Quanti di voi conoscono il vecchio Circuito del Mugello Stradale? Quanti di voi lo hanno già percorso in sella alle due ruote?

Stiamo parlando della meta abitudinaria dei motociclisti fiorentini, nota fino agli anni ’60 per le corse delle auto sportive, che si snoda sull’Appennino toccando i famosi Passo della Futa e Passo della Raticosa.

Quella sul vecchio Circuito del Mugello Stradale è un’uscita a breve raggio, di circa 65 km, immersa in un magnifico contesto naturale… perfetta per un piacevole weekend in Toscana.

Passo della Futa

Foto di Antonio Aka Ryozzo: http://www.flickr.com/photos/ryozzo/

La Toscana ben si presta a coniugare attività all’aperto con cultura e paesaggistica, e Firenze ancor di più.
Un esempio è quello che vi presentiamo ora: un itinerario in moto che passa per le zone del Mugello (Fi), già famose per l’autodromo e i numerosi motoraduni, ma meno per quel che riguarda i territori intorno.

Per il vecchio circuito si parte proprio nei pressi dell’Autodromo Internazionale del Mugello, a Scarperia (Fi) e si prosegue sulla SS-503 per il Passo del Giogo: una grande serie di curve in rapida successione tutte da guidare… ricordandosi di non tagliare le traiettorie!
All’altezza di Rifredo consigliamo di svoltare a destra e di seguire le indicazioni per Badia di Moscheta, un agriturismo dove gustare le tipicità toscane e vivere i colori e le sensazioni della Toscana minore.

Allietati i palati, riscaldati i motori delle moto, si torna verso Rifredo e si prosegue a destra, verso Firenzuola: qui un bel saliscendi con incalzanti curve in successione da assecondare… ma attenzione agli autovelox in fondo al rettilineo! 7.5 km di ottovolante e si arriva a Pagliana, dove si prosegue con la SS.65 della Futa: qui le strade sono ben asfaltate e i paesaggi mozzafiato!
I territori della Toscana sono invidiati da tutto il mondo, scoprirli viaggiando in moto è un’emozione unica.

Un pugno di curve ancora e si arriva alla discesa conosciuta come Apparita, dove hanno inizio le “scalette”, le famose curve che non fanno stare dritta la moto nemmeno un secondo!
Il tracciato scende meravigliosamente, con allunghi e curve aperte, come la magnifica curva “S” nei pressi di Montecarelli.  Qui la sosta è un must, in primis per il panorama: dall’alto si vede il lago Bilancino e la valle del Mugello nella sua totalità e per le delizie culinarie. Fate una sosta al ristorante pizzeria “Maga Magò” e non ve ne pentirete!

Firenzuola - Passo del Giogo

Foto di Aldo Cavini Benedetti: http://www.flickr.com/photos/aldoaldoz/

Rimessi in sella alla moto, il tracciato prosegue con una serie di curve a prova di gomme e pilota e un nuovo ottovolante che porta sulla rotatoria per S.Piero a Sieve con tanta adrenalina in corpo. Qui un lungo rettilineo dove optare per un’ultima sosta, con visita alla Villa del Cafaggiolo e la natura fiorentina intorno, prima di salutare la SS.65 e terminare il vecchio Circuito del Mugello Stradale.

Questo è l’itinerario da noi suggerito per visitare una piccola parte della Toscana in moto, niente vieta che possiate fermarvi dove più vi aggrada… Siamo curiosi di conoscere i vostri viaggi in moto, le attività svolte, i luoghi visitati e le locande dove avete mangiato. Centauri stiamo aspettando voi!

Per chi abbia scoperto la passione del mototurismo di recente e sia ancora alle prime armi raccomandiamo di consultare le situazioni del traffico e le condizioni meteo previste prima di incorrere in spiacevoli soprese. Siate prudenti!

Lascia un Commento

Toscanaper.me
Chi non ha mai desiderato almeno una volta venire in Toscana? Toscanaper.me stuzzicherà la vostra curiosità con una vasta scelta di itinerari, attività ed eventi a cui non saprete resistere.