La Toscana è nota in tutto il mondo per il suo patrimonio artistico e culturale, riconosciuto anche dall’UNESCO che ha inserito tra i siti patrimonio dell’umanità Firenze, Pisa, Siena, San Gimignano, Pienza e la Val d’Orcia.

La grandezza dei beni artistici e culturali della Toscana affonda le sue radici in tempi lontani: al di là di alcuni ritrovamenti che sembrano risalire al Paleolitico nelle grotte delle Alpi Apuane e nel Mugello,  i primi esempi di civiltà rimandano a quella degli Etruschi, che abitarono la Toscana dall’VIII al III secolo a. C.

Tomba etrusca a tumulo

Foto di: g.sighele http://www.flickr.com/photos/giovannisighele/

Gli Etruschi hanno influenzato  in modo permanente il territorio e la cultura delle popolazioni seguenti per il grande livello di evoluzione e civiltà che raggiunsero, e ad oggi sono rimasti molti i reperti archeologici che lo dimostrano. Tra i siti più ricchi di testimonianze sulla cultura etrusca troviamo Volterra, Populonia, Vetulonia, Chiusi e Cortona dove grazie al lavoro degli scavi sono emersi anche numerosi reperti, visibili nelle collezioni dei musei che si trovano in queste città.

Acquedotto romano

Foto di: Francesco Z http://www.flickr.com/photos/10435534@N00

Sotto la dominazione romana la Toscana conosce un periodo di ulteriore sviluppo artistico e culturale: sorgono città come Firenze, fondata nel 59 a. C., Lucca e Pisa e intorno a esse si costruiscono i primi edifici romani i cui resti sono visibili tutt’oggi: acquedotti, fòri, terme, teatri e anfiteatri.

Dopo la caduta dell’Impero Romano e una breve dominazione longobarda, la Toscana passa sotto il dominio di Carlo Magno. In questo periodo nasce il cristianesimo che cambia per sempre la cultura dell’intero Occidente. Testimonianza di questa fase è la Via Francigena, sentiero di passaggio per i pellegrini diretti a Roma, che è diventata uno dei più importanti itinerari religiosi.

Passati gli scontri tra la Chiesa e l’Impero, che rivendicava il suo dominio sulla Toscana, città come Firenze, Pisa e Siena riescono a conquistare la loro indipendenza. Nascono così i comuni e poi le signorie che renderanno la Toscana la culla della rinascita culturale europea e getteranno le basi  per quella che oggi si considera la nostra identità nazionale.

Palazzo Vecchio - Firenze

Foto di: silgeo http://www.flickr.com/photos/80417459@N00/

Dal Rinascimento la Toscana diventa un punto di riferimento unico all’interno del panorama internazionale ed è universalmente  riconosciuta come un prezioso patrimonio di arte, cultura e bellezza.

 


Lascia un Commento

Toscanaper.me
Chi non ha mai desiderato almeno una volta venire in Toscana? Toscanaper.me stuzzicherà la vostra curiosità con una vasta scelta di itinerari, attività ed eventi a cui non saprete resistere.